lunedì 4 giugno 2012

NUVOLE DI JACARANDA

Fonte: qui

Se io fossi un uccelletto dei parchi o dei viali di Lisbona, metti un passerotto o una cinciallegra, non avrei dubbi: cambierei casa a seconda della fioritura degli alberi. A fine primavera la mia estetica di passerotto mi porterebbe a nidificare su quelli che sfoggiano la chioma più esuberante, colorata e profumata. Quindi adesso mi troveresti appollaiato su un ramo di jacaranda.

La jacaranda è un enorme albero di oltre dieci metri di altezza, che tra maggio e giugno mostra orgoglioso la sua chioma di fiori azzurro-viola. Nuvole di questo colore sospese sui tronchi si susseguono lungo i viali, nelle piazze e nei parchi della città, spandendo un profumo molto intenso che ricorda quello dei tigli e dei gelsomini. Il prezzo da pagare per cotanta bellezza? Marciapiedi scivolosi quando sfioriscono (ma se io sono un uccelletto che m'interessa?).

Pur essendo una pianta praticamente onnipresente in città, ci sono alcuni luoghi in cui si mostrano al loro meglio. Ad esempio nella praça do Rossio (alias praça Dom Pedro IV), nel parque Eduardo VII, in avenida Dom Carlos I, proprio vicino al parlamento, nei viali dell'ultraelegante e periferico quartiere Restelo o nel bellissimo largo do Carmo. A proposito del quale mi ricordo che quando il mio amico Hugo abitava lì, dall'abbaino della sua camera all'ultimo piano vedevo la piazza coperta da questo soffice tappeto a mezz'aria e sentivo il profumo invadere la stanza e le narici.

In città sono alberi molto amati e celebrati, vuoi perché salutano l'arrivo dell'estate, vuoi perché concorrono nel creare il clima di euforia di questi giorni, prossimi ai festeggiamenti in onore di sant'Antonio, vuoi perché il loro colore si sovrappone all'azzurro netto del cielo creando un dittongo cromatico, se mi passi l'espressione, per il quale gli occhi ringraziano. Intendiamoci, non che la jacaranda sia esclusiva di Lisboa: in giro per il mondo la trovi in molte regioni dal clima subtropicale, dal Sudafrica al Brasile, dalla Florida all'India. Ma delle altre città non t'interessa, qui sei su Lisbon storie, non su Pretoria storie.

5 commenti:

  1. Ne volevo scrivere anch'io, anche se ne detesto l'odore e la colla che lasciano a terra i fiori. Però sono così belle (e detesto anche il viola). Ma allora com'è che mi piacciono? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei risposta da sola. Ti piacciono perché sono così belle!

      Elimina
  2. Ciao, ottimo blog, davvero. Sarà perché in questo momento a Lisbona e per farmi catturare da questa città non è servito nemmeno il mese di giugno! :-)

    Vorrei contattarti per chiederti alcune cose sulla città e sul tuo blog, mi mandi una mail a coltrinaux2@hotmail.it ?
    Non è uno scherzo, ne uno spam!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti:-)
      Ti scrivo subito!

      Elimina
  3. p.s in questo momento non sono a Lisbona, aimè!

    RispondiElimina